Ebrei americani e cristiani evangelici: anatomia di un rapporto che cambia in JSTOR 

Ebrei americani e cristiani evangelici: anatomia di un rapporto che cambia in JSTOR




Dopo le elezioni degli Stati Uniti nel novembre 2004, l'attenzione nazionale è concentrata sul ruolo della crescente comunità cristiana evangelica. Tra i molti ebrei e amici di Israele, questa comunità e le loro opinioni su una vasta gamma di questioni nazionali e internazionali, è stato un argomento di grande interesse e di dibattito per anni. Nel momento in cui Israele ha perso terreno nella battaglia per l'opinione pubblica mondiale, il supporto vocale di cristiani evangelici è stato ben accolto da molti ebrei americani e israeliani. L'entusiasmo, tuttavia, non è universale; Molti ebrei americani hanno dubbi sul abbracciando evangelici stato ebraico. Coloro che sono a disagio con il punto evangelico di supporto per una lunga lista di problemi che vanno dalla ragioni teologiche che questa comunità sostiene Israele e il loro parere problematiche territoriali linea dura alle posizioni mostrate da molti evangelici in una vasta gamma di questioni interne, tra cui l'aborto, la separazione stato-chiesa, il controllo delle armi, e così via. Tra gli ebrei che benvenuti al supporto evangelico, un argomento comune è che le attuali esigenze di Israele, devono avere la precedenza su qualsiasi problema in futuro. Sostengono cooperare su questioni di reciproco interesse, anche se è d'accordo di essere in disaccordo su altre questioni, a condizione che gli evangelici non si rivolgono gli ebrei per proselitismo. In molti modi, il dibattito su come affrontare il supporto evangelica per Israele in parallelo con il più recente dibattito nella società americana in generale proveniente dal forte ruolo svolto dalla evangelici nelle elezioni nazionali. Mentre i risultati delle elezioni hanno notato, gli ebrei che hanno a cuore Israele, compresi coloro che si sentono a disagio con l'idea di cooperare, sarà in grado di ignorare l'influenza del grande blocco di cristiani conservatori negli Stati Uniti.


Lascia un commento