Imposte Berkeley soda sembra ridurre il consumo di bevande zuccherate: sale: npr




prima "tassa sulle bibite analcoliche" La nazione bevande zuccherate, entrate in vigore a Berkeley, in California., l'anno scorso, sembra funzionare.

Secondo un nuovo studio, il consumo di bevande zuccherate - almeno in alcuni settori - è caduto un enorme 20 per cento.



Che stimano i risultati di ciò che Kristine Madsen, un ricercatore presso la University of California, Berkeley School of Public Health, chiamato un "perfetto esperimento naturale". Nell'autunno del 2014, gli elettori di Berkeley e San Francisco, sui lati opposti della Baia di San Francisco, hanno votato sulle proposte di tassare le bevande zuccherate, al ritmo di un centesimo per oncia fluida.

Le proposte sono state finalizzate a ridurre il consumo di queste bevande, che sono incolpati per le tariffe in aumento di obesità e diabete di tipo 2.

Prima della votazione, Madsen e un piccolo esercito di collaboratori hanno cominciato a gettare le basi per gli sforzi per misurare se una tassa come realmente funzionano.

Essi si sono concentrati su quartieri a basso reddito in ogni città, e Oakland, e gli studi di persone che si sono riuniti in strada condotta. "Ci chiediamo come spesso hanno bevuto bevande differenti," spiega Madsen.

la risposta sono stati registrati, e attese al voto.

L'imposta non è passato a San Francisco. Ma lo ha fatto a Berkeley. bevande zuccherate Pertanto è diventato più costoso Berkeley, ma non in San Francisco.

Madsen ed i suoi compagni restituiti agli stessi quartieri con le stesse domande. "Direi, 'Vi capita di bere la soda normale, come Coca-Cola o Sprite? Una volta alla settimana? Una volta al mese? E alcune persone solo dire,' Beh, io bevo ogni giorno." E cosa stavamo cercando di fare era ottenere qualche modo per fare tutto questo, in modo che ognuno può esprimere volte al giorno mentre bevevano bibite. "

Prima della votazione, le risposte sono state molto simili in entrambe le città. La persona media circa 1,25 bevuto bevande zuccherate al giorno.

Dopo il voto, le risposte divergenti. A San Francisco, dove non aveva imposto, persone hanno detto che stavano bevendo un po 'più bevande zuccherate. (E 'stata una calda estate.) A Berkeley, invece, è stato segnalato il consumo di bevande zuccherate è sceso del 20 per cento.

Persone di Berkeley è stato un enorme aumento del consumo di acqua. Il consumo di acqua è aumentato in San Francisco così, ma non di molto.

Madsen dice una riduzione del 20 per cento nel consumo di bevande zuccherate sarebbe sufficiente a ridurre i tassi di obesità e diabete di tipo 2 nei prossimi anni. "Ciò avrebbe un impatto significativo sulla salute pubblica, se è accettato," dice.

Non sono sicuro che sarà sostenuta. Le persone possono essere più propensi a reagire a questa tassa quando nuova.

John Cawley, professore di politica pubblica ed economia alla Cornell University, ha detto un calo del 20 per cento è più di quanto gli economisti previsto, dal momento che l'imposta ha causato i prezzi bevande zuccherate aumentano solo leggermente. Cawley e altri hanno trovato che i venditori di bibite non hanno superato l'intero costo della tassa per i consumatori, ma è assorbito tra il 30 e il 50 per cento dei costi stessi.

"Si tratta di un forte calo" dei consumi, dice Cawley. "E 'logico che quando i prezzi salgono, la gente compra di meno. Questa è la legge della domanda. Quindi mi aspetto di vedere un qualche tipo di calo dei consumi, ma questo è un molto forte diminuzione."

Cawley ha detto che vi è una relativamente grande margine di errore nelle stime di consumo di bevande. "Sarà interessante, in quanto ulteriori informazioni su come, se questo risultato regge."

"Questa non è la risposta finale", dice Michael Long, professore di salute pubblica alla George Washington University, "ma è coerente con quello che sappiamo su come le persone rispondono ai prezzi. Questo aggiunge sicuramente un sacco di informazioni su riferito riduzione dei consumi e dovremo guardare oltre per vedere se stiamo vedendo ridotti i dati di vendita. "

L'American Beverage Association, che rappresenta l'industria soft drink, dice le sue aziende associate non forniscono dati dettagliati sulle tendenze di vendita all'interno di ogni città particolare.

Brad Williams, economista presso Capitol Matrix Consulting a Sacramento, in California., Che è stato un consulente per l'industria delle bevande, ha detto che il sodio campagna pro-tassa sul sale con successo nel 2014, al posto della tassa stessa, che può hanno portato le persone a riferire che bevevano meno soda. "C'è poca differenza di prezzo tra le bevande zuccherate e zucchero, soprattutto nelle catene di negozi", dice. "Non si tratta di come i consumatori sono sempre più segnali di prezzo, in modo da nella misura in cui il consumo è stato ridotto è stato il risultato della campagna" contro le bevande zuccherate, invece di tasse, dice.

Il nuovo studio è stato pubblicato questa settimana in American Journal of Public Health.



Lascia un commento