Patti Smith a Berlino Volksbühne: Al di là di Ibiza - cultura - cell Tagesspiegel




La figlia di Jesse Patti Smith Parigi Smith gioca anche con

Nella performance dal vivo al Volksbühne venduto è ora incarnata caso Patti Smith, l'altro cantante rock e poeta che dice Nico non solo l'idea del poeta vive nella musica rock, ma anche un amico era che la sua amata harmonium nel 1978 Monte Piedad riacquistato. E, naturalmente, è l'attrazione della notte, quando la sua profondità, Nicos strofina blues pubblici linee di poesia sussurro nelle orecchie: "strada Killer vi aspetta come un dito durante la notte."

Piccolo e nerboruto che è sul palco. Jeans, giacca nera, grigia Wuschelhaar, occhiali da lettura,, attore disadorna completamente a suo agio. Con la stessa magia con cui godeva nei loro concerti rock ventilatori rumorosi, che ora porta la lettera di Nico dice: "le labbra viola", "il mio unico figlio", "I Will Be Seven", "Saeta" o "Il mio cuore è vuoto." Accanto a lei è la figlia di Jesse Smith Parigi, che porta enormi ciotole di porcellana bianca per il suono e anche avvolgere un campanadas waterphone o altri sintetizzatori analogici, mentre i tre musicisti Paseo Campione del suono collettivo e-azionati dispari e una serie di effetti sonori pedali generare spazi tranceartigem fermo.



Un gioco accuratamente disposti i suoni astratti e suoni concreti, carismatica collage voce di Patti Smith con il campionato odore un harmonium e le onde dell'oceano, Möwenschnattern, ronzio cicale, fruscio delle foglie o il voto spagnolo, mentre in un batter immagini video di sfondo dell'artista Tina Frank su uno schermo gigante, che, tuttavia, sembra più intercambiabili. Meglio chiudere gli occhi e totalmente immerso nel suono e il mondo oscuro di Nico.

"Killer Road" è un meraviglioso lavoro di meditazione il cui andamento è più simile a un seggio di concerto di 60 minuti nello spirito di un altro grande artista si sveglia le cui canzoni hanno sempre suonato come il modo in cui sarebbe passare attraverso una fossa profonda.




Lascia un commento