Il bruco gatto (larva), nel sud della flanella falena (adulti) megalopyge opercularis




Nome comune: The Caterpillar CAT (larva), flanella lepidottero del Sud (per adulti)
Nome scientifico: megalopyge opercularis (J. E. Smith 1797) (Insecta: Lepidoptera: zygaenoidea: Megalopygidae)

Introduzione - Distribuzione - Descrizione - ciclo di vita e la biologia - economico e medico importanza - nemici naturali - controllo - Gli ospiti Cocoon - riferimenti selezionat

Introduzione (ritorna in cima)

Moth flanella a sud, megalopyge opercularis (JE Smith) (Insecta: Lepidoptera: zygaenoidea: Megalopygidae), è una piccola falena attraente è meglio conosciuto per la sua larva, il bruco Puss, che è uno dei bruchi più velenose Stati Uniti (Bishopp 1923, El-Mallakh et al., 1986 Hossler 2010 Khalaf 1975).



Figura 1. flanella Mothman sud, megalopyge opercularis (vista dorsale). Fotografia di Donald W. Hall, University of Florida.

Figura 2. flanella a sud Mothman, megalopyge opercularis (vista frontale). Fotografia di Donald W. Hall, University of Florida.

Figura 3. femminile falena Sud flanella, megalopyge opercularis (vista laterale). Fotografia di Donald W. Hall, University of Florida.


Il nome della famiglia e il nome Megalopygidae Megalopyge solitamente derivati ​​da radici greche Megalo (grande) e pigidio (groppa) - probabilmente a causa della forma delle tracce. L'epiteto specifico, opercularis, deriva dalla parola latina coperchio (Borror 1960) e si riferisce al coperchio (porta) sul nascere. Il nome "Il gatto bruco" è probabile riferisce alla somiglianza del bruco di un gatto con la sua pelle morbida e la coda.


Sud flanella falena è stata originariamente descritta da J. E. Smith (1797) e nominato Phalaena opercularis (nome comune, ondulato di colore giallo falena Egger). Per un resoconto storico della tassonomia di falena flanella meridionale vedere Heppner (2003). Oltre al nome del "pus bruco" dal suo bruco è stato chiamato "asp italiano", "insetto Possum", "cane" (spagnolo per cucciolo o cane di piccola taglia) (Bishopp 1923), e "slug choro" (El-Mallakh et al., 1986).


Sud flanella falena è la più comune delle cinque specie di megalopygids trovati nel sud degli Stati Uniti.

Distribuzione (ritorna in cima)

Sud flanella falena è nel New Jersey alla Florida e ad ovest di Arkansas e Texas (Covell 2005). E 'comune in Florida, ma raggiunge il suo più grande abbondanza a Dallas in Texas, nella parte meridionale del centro-occidentale della Florida (Bishopp 1923).

Descrizione (ritorna in cima)

adulti: adultisono piccole farfalle con un'apertura alare di 2,4 e 3,6 cm (circa 1 a 1,5 pollici) (Covell 2005). Le femmine sono più grandi dei maschi. Le ali anteriori sono di colore giallo con alcuni neri 'lungo i bordi della costola e onde bianche hairlike (scale) sul basale 2/3 ali setole. Khalaf (1984) ha dimostrato che le setole come capelli sono infatti scale fortemente divise e le basi delle scale indivise sono tipici delle piastre delle ali di altre tarme. Il colore nero è più pronunciato negli uomini. ali posteriori di entrambi i sessi sono uniformemente giallo crema. Flannel falena comune "nome" è dovuto alla spesso strato di setole cutanee nei corpi che è prevalentemente petto arancione.

Figura 4. flanella a sud Mothman, megalopyge opercularis (vista frontale). Fotografia di Donald W. Hall, University of Florida.

Figura 5. femmina adulta falena flanella a sud, megalopyge opercularis (vista frontale). Fotografia di Donald W. Hall, University of Florida.

Le antenne sono (denti) bipectinate (dito) con rami su entrambi i lati. I rami delle antenne maschio (figure 1, 2 e 4) sono molto più lunghi di quelli di antenne femminili (figure 3 e 5). I rami delle antenne delle femmine sono così brevi che sembrano antenne quasi filiformi.

Figura 6. falene femminili e maschili flanella a sud, Megalopyge opercolare. Fotografia di Donald W. Hall, University of Florida.

uova: uovagiallo penombra 1,2 mm di lunghezza e 0,6 mm di larghezza (Bishopp 1923) e sono leggermente arrotondati alla fine.

Figura 7. uova del lepidotteroflanella a sud, Megalopyge opercolare. Fotografia di Donald W. Hall, University of Florida.


larve: Il numero di stadi è incerta e può essere variabile. Bishop (1923) ha affermato che probabilmente ci sono cinque o sei fasi. e ha dato le seguenti lunghezze approssimative per le prime e le ultime quattro fasi: primo stadio: 1,5 mm, secondo instar: 2,3 millimetri, 3,1 millimetri terzo stadio, il quarto instar: 3, 6 mm, larva matura: 2,54 cm (1 pollice). Davidson (1967) ha riportato dimensioni simili. Sembra che ci potrebbe essere stato un errore di individuare fasi successive di questi autori sulla base della differenza di dimensioni enormi segnalato tra la quarta e finali fasi. Khalaf (1975) ha riferito che non sono da 8 a 10 stadi.


larve Full-adulti, compresi quelli delle figure da 13 a 15 posti dall'autore a alato Elm, Ulmus alata Michaux, erano molto più grande e misura circa 3,5 cm (1,4 pollici) di lunghezza del corpo e 4,0 cm (1 , 6 pollici), tra cui la coda.


Il tegumento del primo e secondo stadio è giallo, ma diventa bianco pallido verdastro al bianco nelle fasi successive. Le larve diventano progressivamente più "pelosa" in ogni muta. Tutte le fasi sono file di verruche (sclerite sollevate con setole radianti [Gordh e Headrick 2001]) che porta spine cave ognuno dei quali ha una ghiandola del veleno alla base (1922 piedi). Le spine sono oscurate da lunghe setole morbide nelle fasi successive. fasi successive hanno una coda pelosa. Il colore delle fasi finali varia un po '. "

Nel larve delle fotografie che seguono, solo la prima, la prossima alle ultime fasi, e l'ultimo noto con certezza. L'altro larve sono in ordine crescente di maturità, ma la loro fase esatto non è noto.

Figura 8. Puss bruchi , megalopyge opercularis (prima fase). Fotografia di Donald W. Hall, University of Florida.

Figura 9. Il gatto bruco, megalopyge opercularis (stadio iniziale). Fotografia di Donald W. Hall, University of Florida.

Figura 10. Il gatto bruco, megalopyge opercularis (Stadio Centrale). Fotografia di Donald W. Hall, University of Florida.

Figura 11. Il gatto bruco, megalopyge opercularis (Stadio Centrale). Fotografia di Donald W. Hall, University of Florida.

Figura 12. Il gatto bruco, megalopyge opercularis (penultima tappa). Fotografia di Donald W. Hall, University of Florida.

Figura 13. Il gatto bruco, megalopyge opercularis (ultima tappa). Fotografia di Donald W. Hall, University of Florida.

Figura 14. Il gatto bruco, megalopyge opercularis (ultima fase, vista dorsale). Fotografia di Donald W. Hall, University of Florida.

Figura 15. bruchi Puss , megalopyge opercularis (penultima [in] e l'ultima tappa). Fotografia di Donald W. Hall, University of Florida.

bruchi Instar Puss corpi di ritardo sono di solito completamente nascosti alla vista dal spesso strato di capelli (setole). Tuttavia, la testa e protorace possono essere esposti quando le larve si stanno muovendo o di tanto in tanto durante l'allattamento.

cifra 16 . Il gatto bruco, megalopyge opercularis (vista frontale che mostra la testa, protorace, prothoracic appendice sfiatatoio e pre-spiracular). Fotografia di Donald W. Hall, University of Florida.


A differenza di molte altre larve di falena, larve megalopygid ha sette paia di false zampe. Megalopygids prolegs accessori hanno due addominali sette segmenti in aggiunta al complemento normale prolegs tre a sei dieci segmenti addominali. Accessori di noi tutti megalopygids specie, tra cui il pus bruco, senza aghi crochet (Stehr 1987 Wagner 2005) prolegs.


larve Megalopygid hanno anche appendici post-spiracular (Figura 26) (= sensilla tipo Epstein [1996]) nei segmenti addominali che sono nascosti dalla spessa coltre di setole. Un ruolo difensivo è stato assegnato a queste strutture da Hoffman (1932 [citato da Epstein 1996]), che ha riferito che la stimolazione della zona "sensilla" ha causato le mosse larva entrambe le verruche leader dorsale sub-dorsale e spiracoli regolazione laterale.

Figura 17. Il gatto bruco, megalopyge opercularis (vista ventrale che mostra prolegs ausiliari senza punti alti). Fotografia di Donald W. Hall, University of Florida.

gemme: bozzolidi dimensioni variabili da 1,3 cm a 2,0 cm. Hanno un piccolo urto (tasca capelli) sulla schiena e front-end si è appiattita opercolo. Recentemente bozzoli filate hanno una parte anteriore affusolata sottile che si estende oltre l'opercolo. Con il bozzolo e all'invecchiamento atmosferico, questo fronte collassa per formare pad seta appiattita sul fronte del substrato coperchio. L'unica caratteristica apparente di questa parte anteriore è effimero mantenere l'integrità strutturale del bozzolo finché l'opercolo è completata.

Figura 18. flanella falena bozzolo Sud megalopyge opercularis (nuovo bozzolo di seta fine con struttura frontale). Fotografia di Donald W. Hall, University of Florida.

Figura 19. flanella falena bozzolo Sud megalopyge opercularis (opérculo bozzolo di vecchi spettacoli e gobba). Fotografia di Donald W. Hall, University of Florida.

Bozzoli sono estremamente resistenti e persistere per lungo tempo gli alberi dopo la falena è emerso. Alcuni persistono abbastanza a lungo per essere coperti con il tempo licheni.

Figura 20. flanella falena bozzolo Sud megalopyge opercularis (precedentemente ricoperta da licheni bozzolo). Fotografia di Donald W. Hall, University of Florida.


pupe: falena pupe differenza della maggior parte delle famiglie, i segmenti addominali da quattro a sei pupe sono mobili in Megalopygidae ei loro parenti stretti, tra cui Limacodidae. Appendici adpresos pupe alla superficie dei corpi, ma non sono cementati nel corpo o l'altro (Mosher 1916). Secondo Mosher (1916) "," occhiali megalopygid pupe sono probabilmente i veri occhi della pupa, e l ' "occhio scolpito probabile" sono estensioni del vertice, invece di parti dell'occhio.

Figura 21. Sud flanella falena pupa, megalopyge opercularis, (maschio, ventrale vista che mostra appendici e gli occhi). Fotografia di Donald W. Hall, University of Florida.


i bordi anteriori dei spine sono presenti nella parte dorsale del segmento addominale pupa.

Figura 22. Sud flanella falena pupa, megalopyge opercularis, (maschio, vista dorsale che mostra le bande di spine sui segmenti addominali). Fotografia di Donald W. Hall, University of Florida.


Il spiracular fase di post-larve delle appendici sono conservati nel pupe, ma sono ridotti a strutture simili ai pulsanti.

Figura 23. Sud flanella falena pupa, megalopyge opercularis, (vista laterale che mostra appendici addominali maschile post-spiracular). Fotografia di Donald W. Hall, University of Florida.

Ciclo di Vita e Biologia (ritorna in cima)

Sud flanella falena è bivoltine (ha due cucciolate all'anno) e un possibile terzo allevamento parziale nel profondo Sud (Khalaf, 1975). Eagleman (2008) presenta evidenza epidemiologica per due grandi cucciolate che tracciano i tempi di avvelenamento da puss bruco per un periodo di tre anni. I dati hanno mostrato due distinti picchi - uno all'inizio della crescita estate e la seconda in autunno.


Le femmine di solito si accoppiano notte nascita e depongono le loro uova durante le prime due notti seguenti accoppiamento. Le uova sono deposte in singole righe o curve doppie (a volte irregolari) di foglie e piccoli rami e coperto con i capelli dal basso addome della femmina. Le uova si schiudono in sei-otto giorni.


La falena larve di flanella Sud sono polifago (Heppner 1997) e registrati come specie vegetali appartenenti a 41 generi (Heppner 2003). Alcuni record host può essere sbagliato. Come molte altre larve di lepidotteri, larve gatto maturo di tanto in tanto si discostano dalla pianta ospite e altre piante vicine prima di tornare al loro bozzoli. Bozzoli si possono trovare anche negli edifici.


Nel centro-nord della Florida, bruchi Puss sono più comuni nelle varie specie di querce, ma sono comuni anche nella Elms - tra cui entrambe le specie autoctone ed esotiche olmo cinese, Ulmus parvifolia Jacquin. Giovane larve si nutrono di foglie skeletonizing (Figura 9) e poi mangiare piccoli fori nelle foglie. Le ultime fasi sono le fonti di alimentazione fogli e bordo arricciatura della parte anteriore del petto sopra le foglie che sono alimentati (figure 12 e 13). Khalaf (1974) larve allevate su una dieta di germe di grano artificiale e riportato intervalli di tempo necessari per lo sviluppo di due differenti larve di prima generazione fissato dal 97 e 63 53-87 giorni.


Foto larve sono state sollevate in un garage senza aria condizionata durante la calura estiva e fogliame alimentato olmo alato (Ulmus alata Michaux). Il primo larve completo sviluppo ha iniziato a girare il suo bozzolo 46 giorni dopo la schiusa. Micks (1956) larve allevate a 25 ° C in yaupon agrifoglio (Ilex vomitoria Aiton), e ha riferito che lo sviluppo larvale richiede circa sei settimane.


larve mature girare i loro bozzoli iniziano da una cornice sottile di seta con i capelli che coprono la struttura principale. Bozzoli si trovano in piccoli ramoscelli e rami, e nei profondi solchi della corteccia o sotto corteccia sciolti. Alcune larve vagano fuori dalla pianta ospite e si trova spesso in edifici adiacenti.


Dopo aver definito lo strato esterno di seta, larve morbido rimuovere i capelli dai loro corpi ed imballare una gobba sulla parte superiore del bozzolo e quindi aggiungere un altro strato di bozzolo interna. La prima generazione di larve pupate circa 16 giorni dopo il completamento del bozzolo e comincia a emergere come gli adulti circa due settimane più tardi. Gli individui cadono svernamento generazione come larve (prepupae) e pupate in tarda primavera del prossimo anno.

Figura 24. larve flanella meridionali, megalopyge opercularis (bozzolo iniziale di rotazione). Fotografia di Donald W. Hall, University of Florida.

Figura 25. tasca capelli flanella falena bozzolo Sud Megalopyge opercolare. Fotografia di Donald W. Hall, University of Florida.

Figura 26. falena larva Sud (pre-pupa), megalopyge opercularis flanella, (noto aculei velenosi appendici post-spiracular). Fotografia di Donald W. Hall, University of Florida.


Il pharate adulta (pre-adulti) fase richiede l'opercolo aperto più volte alternando allungamento e accorciamento dell'addome (Davidson 1967) - probabilmente mentre sono impegnati bande dorsali dei segmenti delle spine nella superficie del pavimento e all'interno del opercolo bozzolo in tal modo si muove gradualmente la pharate adulti in avanti e verso l'alto. Anche se non sono vicine al corpo, le gambe sono piegate e non sembrano contribuire ad emergere dal bozzolo.

Figura 27. adulti flanella falena pharate Sud megalopyge opercularis (nota appendici gratuiti). Fotografia di Donald W. Hall, University of Florida.

Frons arrotondato può contribuire a forzare il bozzolo (Epstein, 1996) - presumibilmente premendo contro il bordo anteriore superiore del bozzolo come l'opercolo è costretto aperto. Il bordo posteriore allargata dell'occipite può funzionare in un modo simile premuto contro il tappo.

Figura 28. adulti pharatesud falena flanella, megalopyge opercularis (cominciando ad emergere dal bozzolo). Fotografia di Donald W. Hall, University of Florida.

Solo quando il pre-adulto è quasi fuori dal bozzolo, non è l'adulto falena pupa e divide l'esoscheletro emergere. Il esuvie pupa è tenuto dalla tensione dal coperchio e rimane nel bozzolo finché non è separato dagli elementi.

Figura 29. falena pupa esuvie Sud flanella, Megalopyge opercolare. Fotografia di Donald W. Hall, University of Florida.

importanza economica e medica (ritorna in cima)

Di tanto in tanto, nei primi anni del focolaio, bruchi Puss sono abbastanza numerosi per defogliare alcuni alberi (Bishopp 1923). Tuttavia, la sua importanza principale è medica. Texas, sono stati così numerosi in alcuni anni che le scuole a San Antonio nel 1923 e Galveston nel 1951 sono state temporaneamente chiuso a causa di punture di bambini (Diaz 2005).

Le spine velenose bruchi Puss sono cave e ciascuno è dotato di una ghiandola del veleno alla base (Foot 1922). Tutte le larve di età e exuviae, possono pungere, ma punture aumenta la tossicità con l'aumento delle dimensioni delle larve (Davidson 1967).

Figura 30. Il gatto bruco, megalopyge opercularis (stadio comincia a mostrare spine velenose). Fotografia di Donald W. Hall, University of Florida.

Figura 31. Il gatto bruco, megalopyge opercularis (pre-pupa mostrando spine velenose). Fotografia di Donald W. Hall, University of Florida.


Pie (1922) ha riferito che alcuni individui reagiscono più morde gravemente gli altri, e la gravità della puntura varia con lo spessore della puntura cutaneo dopo la puntura produce immediatamente un dolore bruciante che ha seguito la aspetto di una pelle rossa modello di griglia che corrisponde al modello delle spine velenose sul bruco. Gonfiore e talvolta anche linfoadenopatia seguire.


A parte i sintomi caratteristici localizzati, può anche produrre sintomi sistemici più generali, come mal di testa, febbre, nausea, vomito, tachicardia, ipotensione, convulsioni e, raramente, dolore addominale, spasmi muscolari e convulsioni (Diaz 2005 Eagleman 2008 il -Mallakh et al., 1986 2010 1961 Pinson Hossler McGovern e Morgan 1991).

Figura 32. Il gatto bruco, megalopyge opercularis (modello caratteristico del morso). Fotografia per gentile concessione del Comitato di controllo dei parassiti delle Forze Armate.


Il veleno non è ben caratterizzata, ma ha dimostrato di avere attività emolitica, e vi è evidenza che la proteina si basa principalmente sulla precipitazione del 75% di solfato di ammonio saturo e che viene inattivato dagli proteolitica digestione enzimatica (tripsina, la pepsina, o chimotripsina) (Picarelli e Valle 1971).

Eagleman (2008) ha esaminato i comuni trattamenti per il gatto morde con bruco. Media che può essere utile in alcuni casi includere la rimozione membra della colonna vertebrale spezzata della pelle con del nastro adesivo, l'applicazione di impacchi di ghiaccio, l'uso di antistaminici orali, applicando sito crema di idrocortisone pungere, corticosteroidi sistemici, e di calcio gluconato per via endovenosa.

nemici naturali (ritorna in cima)

Khalaf (1975) ha osservato Chrysopa sp. (Neuroptera: Chrysopidae) nutrono di uova, e nelle fasi iniziali. Khalaf (1975) osservata anche una lucertola Anolis mangiare un 4 ° larva (lunghezza di circa 5 mm) al termine del quale appare gulping movimenti della bocca e si strofinò contro il pavimento. Le larve sono probabilmente attaccato da una varietà di predatori generalisti, ma ha riportato le osservazioni sono insufficienti. fasi più anziani sono probabilmente ben protetti dai predatori dalle loro spine velenose vertebrati.

Tachinid almeno quattro specie di mosche (Ditteri: Tachinidae) sono stati registrati in Megalopyge opercolare (Arnaud Khalaf 1978 1975 1956 Micks Patton 1956). O'Hara e Wood (2004) e O'Hara (2009) hanno aggiornato i nomi Tachinid da Arnaud (1978).

I nom

Arnaud (1978)

I nom

di O'Hara (2009)

Carcelia amplexa (Coquillett)

Carcelia amplexa (Coquillett)

Carcelia lagoae (Townsend)

Carcelia lagoae (Townsend)

claripennis Euphorocera (Macquart)

claripennis chetogenica (Macquart)

Lespesia aletiae (Riley)

Lespesia aletiae (Riley)

Tachinids uova sono disposti esternamente sui bruchi Puss. La maggior parte dei bruchi sono parassitati mosche abbastanza tardi che maturano in bozzoli. L'adulto vola quindi emergere per forza aprire il coperchio del bozzolo (Khalaf, 1981).

Figura 33. Tachinid conchiglie puparial bozzolo all'interno opercolare età Megalopyge. Fotografia di Donald W. Hall, University of Florida.

Figura 34. adultivolo tachinid emersi da un bozzolo opercolare Megalopyge. Fotografia di Donald W. Hall, University of Florida.

Figura 35. adultiTachinid volano (vista laterale), che è emersa da un bozzolo opercolare Megalopyge. Fotografia di Donald W. Hall, University of Florida.


Micks (1956) ha riportato un tasso di parassitismo del 20% in una popolazione di megalopyge opercularis a Galveston, Texas. Ci sono simili tassi di parassitismo in Central Florida (DW Sala, dati non pubblicati).

Ci sono almeno due vespe Ichneumonid (Hymenoptera: Ichneumonidae) parassitoide Megalopyge opercolari:

L'ipossia fugitivus (Say)
Retentor lanugo (rotto)

Hyposotor attacchi fugitivus e uccide larve giovani (Khalaf, 1977). Il fermo oviposits lanugine attraverso la parete del bozzolo ed è un parassita esterno prepupae o pupe (1975 Khalaf Khalaf 1981). Lanugo pieno cresciuto larve prendere le proprie bozzoli all'interno di bozzoli Megalopyge e maturità, vespe adulti masticare la sua via d'uscita da entrambe le gemme che fanno fori con un diametro di 2-3 mm. I fori bozzolo Megalopyge sono spesso, ma non sempre masticato attraverso l'opercolo.

Figura 36. Megalopyge opercularis bozzolo Ichneumonid - probabilmente fermo lanugine. Fotografia di Donald W. Hall, University of Florida.

Figura 37. Megalopygeopercularis bozzolo con l'orifizio di uscita nel cappuccio probabilmente fatta da Ichneumonid lanugine fermo. Fotografia di Donald W. Hall, University of Florida.

Khalaf (1975) ha riportato un tasso del 50% di parassitismo da lanugine Retentor in una popolazione di megalopyge opercularis a New Orleans, Louisiana.

bruchi Puss hanno diversi comportamenti che possono aiutare a sfuggire dai nemici naturali. Dopo la muta, le larve mangiano la loro esuvie - tra cui funghi e aculei velenosi. Alcuni parassitoidi di altri insetti hanno dimostrato di localizzare i loro ospiti da segnali chimici esuvie. I esuvie sono anche suscettibili di fornire alcuni nutrienti per le larve.



Figura 38. Megalopyge opercularismangiare loro esuvie. Fotografia di Donald W. Hall, University of Florida.

bruchi Puss spingere le loro particelle fecali. Questo comportamento può essere utilizzato per ottenere le feci il cibo. Tuttavia, vi è la prova che i predatori e parassitoidi di alcuni insetti in grado di rilevare la preda o host di concentrarsi sullo sgabello volatile.


Figura 39. Il gatto bruco, Megalopyge opercolare nel processo di spingere le loro particelle fecali. Fotografia di Donald W. Hall, University of Florida.

Controllo (ritorna in cima)

Nella maggior parte degli anni, bruchi Puss rimangono controllati da nemici naturali. Se raccomandati misure necessarie di controllo, insetticidi chimici o Bacillus thuringiensis per controllare altri bruchi (Osborne et al. 2012) dovrebbe essere applicazioni efficaci.

Gli ospiti Cocoon (ritorna in cima)

Una vasta gamma di insetti utilizzano vecchi bozzoli abbandonati come abitazioni o rifugi temporanei - o entrare attraverso la parte anteriore, e le capsule cadere con l'età o attraverso i fori di ventilazione masticati dai parassitoidi Ichneumonid. Inoltre abbiamo trovato due specie di formiche, sollevando l'allevamento all'interno di bozzoli. I ragni sono abitanti comuni dei vecchi bozzoli.

Figura 40. Pseudomyrmex gracile (Fabricius) e prole nel bozzolo di età Megalopyge opercolare. Fotografia di Donald W. Hall, University of Florida.

Figura 41. Crematogasterashmeadi Mayr e allevamento all'interno del bozzolo di età Megalopyge opercolare. Fotografia di Donald W. Hall, University of Florida.

Figura 42. Camponotussnellingi Bolton e Hull puparial tachinid non identificato all'interno del bozzolo di età Megalopyge opercolare. Fotografia di Donald W. Hall, University of Florida.

Figura 43. ragno non identificato all'interno del bozzolo di età Megalopyge opercolare. Fotografia di Donald W. Hall, University of Florida.

riferimenti selezionati (Volvvedere l'inizio)

  • PH Arnaud. 1978. Un catalogo Nord America Tachinidae ospite-parassita (Ditteri). States Department of Agriculture pubblicazione di diversi nomi 1319. Washington aggiornati per questo catalogo sono stati disponibili online. (17 marzo 2016)
  • Bishopp FC. 1923. Il pus bruco e gli effetti dei loro esseri umani Sting. Dipartimento dell'Agricoltura stati. Dipartimento circolare 288. 14 dpi.
  • Borror DJ. 1960. Dizionario di radici di parole e forme, che conciliano. Mayfield Publishing Company. Palo Alto, California. 134 pp.
  • Covell CV. 2005. Una guida al campo orientale di falene in Nord America. Special Numero di pubblicazione 12. Virginia Museum of Natural History. Martinsville, Virginia. 496 pp.
  • Davidson FF. 1967. Biologia allevati in laboratorio Megalopygeopercularis Sm. & Abb. Morfologia e il meccanismo di puntura Istologia. Texas Journal of Science 19: 258-274.
  • Diaz JH. 2005. L'evoluzione della epidemiologia globale, sindromica la classificazione, la gestione e la prevenzione delle intossicazioni bruco. American Journal of Medicina Tropicale e Igiene 72: 347-357.
  • DM Eagleman. 2008. avvelenamento asp bruco (megalopyge opercularis). Tossicologia clinica 46: 201-205.
  • El-Mallakh RS, MS Baumgartner, i tassi di N. 1986. "Sting" pus bruco, megalopyge opercularis (Lepidoptera: Megalopygidae): primi casi di rapporto di Florida e revisione della letteratura. La Florida Medical Association, 73: 521-525.
  • Epstein ME. 1996. revisione e filogenesi famiglia limacodid gruppi, con studi evolutivi di bruchi slug (Lepidoptera: zygaenoidea). contributi Smithsonian a Zoologia. No. 582. 102 pp.
  • Piede NC. 1922. Patologia di dermatite causata da megalopyge opercularis un bruco texano. Journal of Experimental Medicine 35: 737-753.
  • Gordh G, Headrick DH. 2001. Un Dizionario di Entomologia. CABI Publishing. New York, New York. 1032 pp.
  • JB Heppner. 2003 Lepidotteri Florida. Parte 1. Introduzione e catalogo. Volume 17 Artropodi della Florida e aree territoriali adiacenti. Divisione di Plant Industry. Ministero dell'agricoltura e dei consumatori Servizi Florida. Gainesville, Florida. 670 pp.
  • JB Heppner. bruchi pungenti nel 1997. Florida: 3. La Caterpillar CAT e flanella falene (Lepidoptera: Megalopygidae). Dipartimento dell'Agricoltura e dei Servizi Consumer Division of Plant Industry Florida. Gainesville, Florida. Entomologia Circolare n 381. 2 pp.
  • F. Hoffman Naturgeschichte 1932. Beiträge zur Brasilianischer Schmetterlinge. Deutsche Zeitschrift Entomologische 1932: 97-148.
  • Hossler EW. 2010. bruchi e tarme. Seconda parte. manifestazioni dermatologiche di incontri con tarme. Journal of American Academy of Dermatology 62: 13-28.
  • Khalaf KT. 1974. opercolare nonaseptically dieta Megalopyge di germe di grano. (Lepidoptera: Megalopygidae). Florida Entomologist 57: 377-381.
  • Khalaf KT. 1975. Biologia di pus bruco e parassiti Ichneumonid. Loyola University Press. New Orleans, Louisiana. 43 pp.
  • Khalaf KT. Hypositor 1977. fugitivus (Ichneumonidae) larve del parassita all'interno Megalopyge opercularis (Megalopygidae). lepidotterologi Officer "della società 31: 147-148.
  • Khalaf KT. Multiparasitism 1981. Il bruco gatto da una vespa e volare specie (Lepidoptera: Megalopygidae). Florida Entomologist 64: 534-537.
  • Khalaf KT. 1984. L'identità di peli ala Megalopygidae. società Ufficiale lepidotterologi '38: 64.
  • JA Lintner. 1869. Trasformazioni Lagoa crispata Packard. Ventitreesima relazione annuale dello Stato Gabinetto di Storia Naturale di New York. Appendice D. contributo entomologica di JA Lintner. X pp. 138-145.
  • JP McGovern, Barkin GD, McElhenney TR, R. 1961. Wende Megalopyge opercularis: osservazioni della loro storia di vita, la storia naturale dei loro umani morso, e il rapporto di un'epidemia. Journal of American Medical Association 175 (13): 1155-1158.
  • DW Micks. 1956. allevamento Laboratorio di pus bruco, con note sulla incidenza di parassitismo. Journal of Economic Entomology 49: 37-39.
  • E. Mosher 1916. A sulla base di caratteri Lepidotteri classificazione pupe. Stato Bollettino Scienze Naturali Laboratorio Illinois 12: 17-159. (Non è più disponibile on-line è)
  • JE O'Hara, legno DM. 2004. Prodotto Tachinidae (Ditteri) America del Nord a nord del Messico. editori associati. Gainesville, Florida. 410 pp.
  • Ohara JE. 2009. Aggiornamento tachinid nomi Arnaud (1978). (17 marzo 2016)
  • LS Osborne, Buss EA, Mannion CM, Prezzo JF. 2012. erbe ornamentali commerciali e legnoso fogliame cattivi artropodi di gestione. ENY-311 (rivisto giugno 2006). Dipartimento di Entomologia e Nematologia. Servizio Cooperative Extension della Florida, Institute of Food e Scienze Agrarie, Università della Florida. (Non è più disponibile on-line è)
  • Packard AS. 1894. Uno studio della trasformazione e l'anatomia di Lagoa crispata una falena bombycine. Atti della American Philosophical Society 32: 275-292.
  • Patton CN. 1956. Il Larvaevoridae Florida, con note sulle loro relazioni di biologia e di accoglienza. Ms. Tesi. University of Florida. Gainesville, Florida. 66 pp.
  • Picarelli ZP, Valle JR. 1971. Gli studi farmacologici su veleni bruco. In: Bücherl W, Buckley EE. animali velenosi e le loro veleni. Volume 3, pp 103-118. Academic Press. New York, New York.
  • Pinson RT, Morgan JA. 1991. avvelenamento del gatto bruco (megalopyge opercularis). Annali di Medicina d'emergenza 20: 562-564.
  • Smith JE. 1797. La storia naturale degli insetti lepidotteri più rari della Georgia. Vol. 2, Bensley Printed T Smith JE. Londra. 214 pp.
  • Stehr FW. 1987. Stehr FW. insetti immaturi. Kendall / Hunt Publishing Company. Dubuque, Iowa. Pp. 454-456.
  • Wagner DL. 2005. Bruchi di orientale del Nord America. Princeton University Press. Princeton, New Jersey. 512 pp.


Lascia un commento